No a baraccopoli, favoriamo integrazione

30 Settembre 2016   /   byRedazione  / Categories :  Articoli ed interventi

pubblicato su Terzobinario

La presidente del II Municipio Francesca Del Bello, gli assessori municipali Lucrezia Colmayer, Cecilia D’Elia e Rosario Fabiano, alcuni consiglieri municipali e il Nae (Nucleo assistenza emarginati) del II Gruppo Parioli di Polizia locale hanno effettuato ieri un sopralluogo in tre insediamenti abusivi presenti sul territorio. In particolare il sopralluogo ha riguardato l’area compresa tra via Mascagni e la tangenziale est dove una piccola baracca ospita due persone in mezzo ai rifiuti di una baraccopoli precedentemente sgomberata. Successivamente e’ stato visitato il cosiddetto Villaggio Azzurro, sorto fra via Salaria e via Foce dell’Aniene, dove si sono insediate circa 70 persone, in prevalenza romeni, senza luce ne’ acqua potabile e, infine, un campo nomadi non autorizzato, in via del Foro Italico 531, in cui si trova una vera e propria discarica a cielo aperto.
“Abbiamo conosciuto una realta’ sommersa- osserva Del Bello- composta da persone che sopravvivono in un indescrivibile degrado, in spazi abbandonati ai margini di zone abitate.
Esistenze parallele e invisibili nel cuore della citta’. Un mondo fatto di miseria e abbandono, dove non esistono norme igieniche e dove i minori non hanno alcuna possibilita’ di accedere all’istruzione. E’ una situazione inaccettabile – continua – sia per le persone che la vivono sia per i cittadini residenti nelle zone adiacenti, che patiscono le conseguenze del degrado ambientale e dell’aumento della microcriminalita’”.
“Occorre intervenire subito- conclude Del Bello- prima di tutto prospettando, a coloro che hanno conosciuto solo realta’ di estrema emarginazione, la possibilita’ di uno stile di vita diverso, di integrazione in una societa’ nel rispetto di regole condivise. A questo deve corrispondere un impegno da parte del Comune che favorisca l’inserimento nel tessuto sociale di queste persone offrendo loro una prospettiva di lavoro e un luogo decoroso in cui vivere”.

Visite: 535
  • Follow us: