Scuola di lettura per ragazzi Piccoli maestri

Oggi in Provincia abbiamo presentato il progetto Piccoli Maestri. E’ una sperimentazione che vede protagonista una nuova generazione di intellettuali. Un gruppo di scrittori, di attori e di lavoratori della cultura mettono a disposizione gratuitamente il loro tempo per leggere ai ragazzi un libro particolarmente amato o che si ritiene più appropriato per gli adolescenti di oggi. La Provincia di Roma ha appoggiato questo progetto perché crediamo fortemente che la cultura e il sapere occupino un posto di primo piano nello sviluppo della nostra democrazia e che è oggi più che mai è indispensabile il contributo degli intellettuali e di tutti i lavoratori della cultura di fronte al dilagare degli squilibri sociali e culturali. E’ significativo che il progetto nasca da una proposta fatta da Elena Stancanelli alle prime riunioni di TQ. Dopo un trentennio di individualismo dilagante viene proposto un lavoro collettivo al servizio della comunità. E’ un gesto politico, di buona politica.
Il progetto parte in via sperimentale ben sapendo che infondere il piacere della lettura è un’arte difficile ma i Piccoli maestri si prefiggono proprio di togliere dai libri e dalla lettura quella patina di impegno e di fatica che spesso allontana i ragazzi. A leggere i libri non saranno solo scrittori ma anche attori o editor, attori e giornalisti.
Oggi in Italia assistiamo ad un progressivo avanzamento dell’analfabetismo funzionale; la metà degli adolescenti sa leggere ma non riesce a comprendere il significato di ciò che legge. Questi dati hanno conseguenze, oltre che sulla nostra produzione di cultura e sapere, anche sullo stato di salute e sul futuro della nostra democrazia.

La scuola di lettura per ragazzi Piccoli maestri nasce da un’idea di Elena Stancanelli, su ispirazione del lavoro fatto da Dave Eggers in America e Nick Hornby a Londra. Il progetto ha ricevuto l’adesione iniziale di un gruppo di scrittrici e scrittori del movimento Generazione TQ, e si è poi allargato anche ad altri lavoratori e lavoratrici della conoscenza come critici, editori, editor, giornalisti, artisti.
Gli aderenti al progetto metteranno a disposizione il proprio tempo a titolo totalmente gratuito per creare una scuola di lettura pomeridiana indirizzata ai ragazzi delle scuole medie superiori.
Ognuno di loro ha scelto un libro, quello che ama di più o che ritiene più giusto per la situazione e lo propone nella scuola di lettura, leggendolo, raccontandolo o facendone leggere parte ai ragazzi. Lo scrittore potrà svolgere la lezione sul libro scelto durante un solo incontro o in più incontri. Le lezioni si svolgeranno sempre di pomeriggio e avranno la durata di due ore. Le lezioni della scuola di lettura si terranno tutti i lunedì nei locali di MaTeMù, Centro di aggregazione giovanile del CIES, in via Vittorio Amedeo II, n. 14. Il progetto si rivolge alle ragazze e ai ragazzi adolescenti e parte in via sperimentale con i frequentatori del Centro MaTeMù ma anche altre associazioni si sono offerte di ospitare la scuola di lettura Piccoli Maestri.
Il primo incontro si svolgerà lunedì 14 novembre ore 16,00 con Elena Stancanelli che leggerà Franny and Zooey di Salinger. A seguire, lunedì 21 novembre, Lorenzo Pavolini con Il compagno segreto di Joseph Conrad. Quindi Tommaso Pincio, lunedì 28 novembre, ci leggerà Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson. Lunedì 5 dicembre sarà il turno di Rossano Astremo, che proporrà l’Urlo di Allen Ginsberg. Chiusura al femminile: Luciana Castellina il 12 dicembre (Le tigri di mompracem di Emilio Salgari) e Maria Grazia Calandrone lunedì 19 (un tuffo nella poesia di Paul Celan, dalla raccolta La rosa di nessuno).

Il calendario degli incontri, insieme all’elenco degli scrittori e scrittrici con i libri scelti, è pubblicato sul sito http://piccolimaestri.wordpress.com

Tra le letture scelte si va dai grandi classici come la lettura de Il grande Gatsby di Francis Scott Fritzgerald proposta da Sara Ventroni ad Anna Karenina di Lev Tolstoj che svolgerà Emanuele Trevi, dai capolavori contemporanei come L’analfabeta di Agota Kristof che porterà Sarah Zuhra Lukanic a I ragazzi terribili di Jean Cocteau che sarà letto da Veronica Raimo alle poesie di Alda Merini lette da Valentina Carnelutti.

Tutti i ragazzi che vogliono partecipare e gli scrittori che intendano candidarsi a svolgere le letture possono scrivere alla mail: piccolimaestri.info@gmail.com