Aborto e politica

24 Novembre 2019   /   byRedazione  / Categories :  Documenti e interventi

E’ uscito il libro curato da Ilaria Boiano e Caterina Botti, Dai nostri corpi sotto attacco. Aborto e politica, Ediesse, 2019, pp. 208, 14 euro.

Contiene anche un mio intervento proprio su aborto e politica.

Qui la scheda del libro:

In un contesto politico profondamente mutato, la questione del l’aborto continua ad essere – come fu
negli anni Settanta del Novecento – questione cruciale per la libertà, soggettività e convivenza civile di
tutte e tutti. In un panorama che sembra segnato dalla rottura di vecchi schemi gerarchici e dal trionfo
neoliberale dei diritti individuali emergono con grande forza, in Italia e in molti paesi, forme di nostalgia
per un passato governato dalle certezze patriarcali e sovraniste che incidono ancora una volta sui corpi delle
donne. In molti paesi del mondo l’aborto torna ad essere oggetto di politiche criminalizzanti. Le donne però
reagiscono, in forme politiche forti e interessanti. In questo volume, che pensiamo come strumento di riflessione e di attivismo, si racconta il protagonismo politico femminista in Spagna, Polonia, Irlanda, Brasile,
Argentina e Cile, dove, attraverso forme di resistenza e sperimentazione inedite, è stato posto un freno a
riforme reazionarie e sono state aperte brecce nell’ordinamento per la regolamentazione dell’aborto. Le esperienze maturate in Italia e nei diversi contesti sono narrate nella cornice del dibattito politico, giuridico
e filosofico più articolato che si interroga sui modi di rappresentare la questione dell’aborto, la soggettività
e l’autodeterminazione femminile, e non solo.
Ilaria Boiano è avvocata dell’ufficio legale dell’Ong Differenza Donna, spe cializzata nella difesa dei diritti delle donne nel processo penale e nell’assistenza alle donne migranti e richiedenti asilo. È autrice di
Femminismo e processo penale (Ediesse, 2015) e coautrice di Femminismo giuridico. Teorie e problemi (Mondadori Uni ver sità, 2019).
Caterina Botti è professoressa associata di Filosofia morale alla Sapienza Università di Roma dove tiene
i corsi di Bioetica e di Filosofie femministe e stu di di genere. Tra i suoi volumi: Etica e bioetica delle donne
(Zadig, 2000), Bioetica discipline a confronto (curato con Fabrizio Rufo, Ediesse, 2002), Madri cattive (Il
Saggiatore, 2007), Etiche della diversità culturale (Le Lettere, 2013), Prospettive femministe (Mimesis,
2014), Cura e differenza (Led, 2018)
Con scritti di Cecilia D’Elia, Laura Ronchetti, Laura Fano Morrissey, Serena Paciullo, Teresa Fernández Paredes, Aintzane Márquez, Valeria Ribeiro Corossacz, Julia Burton, Valentina Stutzin, Lieta Vivaldi.

 

Qui     l’intervento si Anna Pompili alla presentazione

Visite: 101
  • Follow us: